Green News‎ > ‎

SIF Forum Internazionale sulla Sostenibilità 2011

posted Jun 26, 2011, 5:09 AM by Unknown user


Roma, 23 giu. (Adnkronos) - Si è svolta la terza edizione del SIF: il Forum internazionale sulla sostenibilità che è diventato ormai un consolidato appuntamento per Roma Capitale. Energia, architettura sostenibile, mobilità e ethical living sono stati gli argomenti al centro di un dibattito, che ha visto il costruttivo confronto fra tante realtà ed esperienze, in tutti gli ambiti di interesse per le aziende, le istituzioni, i cittadini, nell'ottica di uno sviluppo inevitabile, ma conciliabile con un maggiore rispetto per l'ambiente, un utilizzo razionale delle risorse del pianeta, una possibile progettazione di fonti energetiche innovative, il perfezionamento di tecnologie che possano agevolare la sostenibilità.

Accademici d'eccellenza, rappresentanti istituzionali e aziendali, si sono confrontati nella giornata densa di interventi. Al centro della mattinata, una lectio magistralis del Professor Vincenzo Naso, Chairman dell'International Conference on Sustainability Science, in teleconference con il Prof Kazuhiko Takeuchi, Vice Director della United Nations University, ha catalizzato l'attenzione di tutti i presenti, fornendo interessanti spunti di riflessione sul futuro e sulle opportunità energetiche ancora offerte dal pianeta.

Esempi concreti e progetti in essere di aziende innovative come laSolarig, leader del settore fotovoltaico, hanno arricchito il panel dedicato all'Efficienza Energetica, cui hanno partecipato l'Assessore all'Ambiente di Roma Capitale Marco Visconti, il Direttore della divisione Efficienza Energetica di Sorgenia Giovanni Lispi, il Responsabile per l'Energia e l'Ambiente di Adiconsum Pieraldo Isolani, il Responsabile Innovazione e Ambiente dell'Enel Andrea Valcalda, il Direttore del Kyoto Club Sergio Andreis.

Per la sezione dedicata alla mobilità sostenibile, occasione propizia per la Nissan, quella di presentare al SIF la Nissan Leaf, prima vettura elettrica al 100% a emissioni zero. Giuseppe George Alesci, Direttore della Comunicazione Nissan Italia, ha parlato dei progetti inerenti alla diffusione della vettura non solo in Italia, e soprattutto della sensibilizzazione di pubbliche amministrazioni, per l'adozione dell'elettrico nel parco macchine dei dipendenti, come “buon esempio” da adottare. Ospiti d'eccellenza del panel il Sustainability Managing Director di Accenture Mauro Marchiaro, l'accademica Paola Artuso, e il Senior Research Fellow della De Montfort University, una delle università più prestigiose della Gran Bretagna, all'avanguardia nella formazione di “manager per la sostenibilità”, Rupert Gammon.

Sensibilizzare e educare alla sostenibilità, promuovendo nei cittadini e nei consumatori i comportamenti più virtuosi in ogni ambito è stato il tema portante del panel Ethical Living, coordinato da Gianfranco Bologna, Direttore Scientifico per il Programma Sostenibilità del WWF Italia. Tra i temi dibattuti: la salvaguardia delle foreste, l'utilizzo razionale dell'acqua da parte di privati e industrie, il ripensamento delle varie attività umane, in modo da evitare inutili sprechi.

Al dibattito hanno partecipato illustri accademici come: Leonardo Becchetti, docente di Economia Politica a Tor Vergata, Sergio Ulgiati, Professore di analisi del ciclo di vita e certificazione ambientale dell'Università Partenope di Napoli, Marco Marchetti, docente del Dipartimento Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio dell'UdS Molise.

Ugo De Giovanni, Sustainability Team Leader dell'Unilever Sustainable Living Plan, ha infine auspicato una ripresa, da parte di aziende e istituzioni, di investimenti in termini di innovazione tecnologica, di ricerca e formazione alla sostenibilità, per dipendenti e cittadini. La Unilever è impegnata in prima linea nel promuovere l'innovazione di modelli di business, attraverso l'”Unilever Sustainable Living Plan”, un piano varato nel 2010 e unico nel suo genere, che stabilisce tre obiettivi che la multinazionale si prefigge di raggiungere entro il 2020: dimezzare l'impatto ambientale dei propri prodotti, aiutare le persone a migliorare benessere e salute, approvvigionarsi delle materie prime per le produzioni in modo sostenibile al 100%.

Nel suo intervento, Ugo De Giovanni ha illustrato il modello e gli obiettivi del piano, accompagnati dalle case history in corso e già realizzate, di alcuni dei numerosi brand di Unilever: Lipton, Coccolino, Algida, Mentadent, Calvè, e altri. Nell'ambito dell'urbanistica, e architettura sostenibile, sono stati presentati progetti innovativi, alcuni già in essere, con una particolare attenzione all'area mediterranea.

Nel panel dedicato, architetti e costruttori a confronto: L'accademica Chiara Tonelli ha presentato un progetto innovativo sia in termini di materiali che di design, cui sta lavorando con un gruppo di giovani dell'Università Roma Tre: il “Progetto Med in Italy – per Solar Decathlon Europe”. Il Professor Nicos Fintikakis, direttore dell'Architecture Renewable Energy Sources, ha portato da Atene interessanti esempi di riqualificazione di aree storiche, nel rispetto dell'ambiente di origine. Thomas Miorin, direttore di Habitech, consorzio aziendale all'avanguardia per la ricerca di materiali da costruzione eco-compatibili, soluzioni ottimali per la dispersione di energia e calore, e per la certificazione Leed (edifici sostenibili energeticamente e a impatto zero), ha illustrato interessanti case history nazionali e internazionali, con valutazioni reali di costi e prospettive.

Tra le presenze istituzionali, l'On Federico Mollicone, Presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale che ospita il Convegno, che ha dichiarato: “Gli obiettivi e i contenuti del SIF rispondono pienamente all'impegno assunto dall'Amministrazione Capitolina, di trasformare la città in un laboratorio permanente di conciliazione tra ambiente e sviluppo, tra qualità della vita ed efficienza. Il SIF rappresenta un esempio positivo di collaborazione tra Pubblica Amministrazione e privati, tra mondo aziendale e accademico, per tracciare attraverso questo utile momento di confronto, le linee di una governance concretamente sostenibile di tutte le attività, a impatto zero. Per questi motivi sono lieto che sia stata accolta la richiesta di inserimento di questo evento nell'ambito del Progetto Millennium e nel Piano Strategico, che individua in Roma la “città della Sostenibilità Ambientale”.

L'On Roberto Tortoli, Vice Presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, gli Assessori all'Ambiente di Roma Capitale Marco Visconti, alla Mobilità Antonello Aurigemma, oltre al Subcommissario Enea Pietro Maria Putti, hanno portato il loro contributo nell'ambito degli interventi istituzionali. Tra gli ospiti internazionali di maggior rilievo, dato il focus generale sulle specificità e opportunità nell'ambito delle iniziative per uno sviluppo sostenibile e una concreta riqualificazione territoriale, dell'area mediterranea, l'On Francis Zammit Dimech, Presidente della Commissione Esteri del Parlamento Maltese.

Last but not least, si è parlato dell'importanza della comunicazione per lo sviluppo sostenibile, attraverso i canali dei media, ma anche con eventi mirati e coinvolgenti, che promuovano l'informazione ad ampio raggio. Ne hanno parlato: Luca Apollonj Ghetti, del Coordinamento H2Roma Energy & Mobility Show, Mauro Spagnolo direttore di Rinnovabilit.it, Edgar Mader, direttore del circuito Energethica.

A conclusione dei lavori, è stato assegnato il Premio Sif 2011 all'azienda, considerata più sostenibile dal Comitato Scientifico del Premio, e al progetto di un ricercatore universitario. L'azienda prescelta ha avuto in premio un'opera in bronzo del Maestro Pasquale Basile: “Il volo”, adottata ufficialmente come opera simbolo del DESS: Decennio dell'educazione alla sostenibilità dell'Unesco. Il ricercatore prescelto ha potuto optare tra una somma in denaro, o uno stage presso il WWF Italia.

Leggi su Adnkronos
Comments